“Ancora una volta Napolitano interpreta il senso vero delle cose e centra il problema: il federalismo si può fare ma non deve minare l’unità del Paese, Nord e Sud devono crescere insieme per dare un futuro alla nostra gente e soprattutto ai giovani”.

Il presidente del Consiglio regionale della Puglia, Onofrio Introna, commenta così le parole del presidente della Repubblica, che prima incontrando i ragazzi e poi a Firenze si è soffermato sulla riforma dell’ordinamento: federalismo fiscale, ma anche una Camera delle Autonomie, un ramo del Parlamento espressione delle realtà regionali a temperare spinte egoistiche che non rispettino una visione d’insieme delle esigenze della comunità nazionale. 
“Il federalismo è tema sensibile – insiste Introna – ben venga se letto in chiave solidale, altrimenti diventa una minaccia: si potrebbe arrivare al paradosso nel centocinquantenario dell’unificazione di veder crescere le distanze tra Settentrione e Meridione”.
Il Capo dello Stato ha ricordato ancora una volta la centralità dei giovani nelle celebrazioni per i 150 anni, “guai se non fossero avvenute con il loro costante coinvolgimento”, osserva il presidente Introna. “Rivolgendosi alle ragazze e ai ragazzi, Napolitano si è posto il problema del futuro e delle opportunità che abbiamo l’obbligo di garantire alle nuove generazioni, per crescere, realizzarsi e affermarsi, attraverso un’occupazione stabile e dignitosa. Solo così i nostri giovani potranno costruire il loro avvenire e quello del Paese: un futuro fondato sul lavoro, come prevede la Costituzione e come hanno il diritto di pretendere”