Venerdì 27 maggio ultimo appuntamento del mese all’Underground Club 84 di Maglie con una jam session dedicata a Gigi De Donno, il musicista scomparso un mese fa. Colonna del jazz club di Maglie, per l’intero arco di vita di questa meravigliosa esperienza. Con gli amanti del jazz guidati dalla figura di Antonio

Culiersi ha contribuito a quella stagione magica che appartiene ormai alla memoria storica della musica salentina. Quando nella fumosa intimità di quella lunga cantina si alternavano importanti nomi della scena nazionale e internazionale a memorabili serate di jam session con i musicisti locali, Gigi c’era sempre. Ospite generoso e premuroso per gli ospiti, pronto a sfoderare le spazzole e ruotare di lato il capo, con quell’espressione inimitabile da monello compiaciuto, a cercare la magia dello swing. Tra gli ospti della serata anche il pianista Massimo Faraò.

A distanza di oltre trent’anni dal suo ingresso nel mondo della musica (e del Jazz in particolare) ritorna a Maglie, in provincia di Lecce, come Underground Club 84 lo storico jazz club salentino. Era nato come pub underground nel dicembre 1976 e nel corso degli anni ’80 e ’90 aveva ospitato il meglio del jazz nazionale ed internazionale (Romano Mussolini, Cedar Walton, Dave Schnitter, Howard Johnson, solo per fare qualche nome). Ancora oggi, nonostante l’ultimo lungo periodo di sosta, l’Underground è rimasto nel cuore e nelle “orecchie” di appassionati e jazzofili di Lecce e provincia e non solo. Oggi come allora, riappropriandosi delle sue origini, rimane uno dei pochi posti in grado di far respirare a pieni polmoni l’aria del black sound e di ricreare per gli amanti del jazz la classica atmosfera dei locali di Saint Louis o di New Orleans. L’Underground Club 84 torna a far rivivere quelle atmosfere del grande jazz proponendo numerosi artisti di fama nazionale ed internazionale in un cartellone ricco di novità ma ospitando anche mostre e appuntamenti di cabaret.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.