“Non c’è più Religione”, diceva qualcuno, e probabilmente aveva ragione se si ruba anche in un luogo sacro come una confraternita. Un’aureola e una rosa in oro, poste sul capo e nelle mani di un Cristo morto, e un crocefisso in ottone, è il bottino che i malviventi

sono riusciti a portare via dalla confraternita SS Trinità, che si trova in Piazza della Libertà, in Campi Salentina.

Il furto e’ avvenuto la scorsa notte ed è stato denunciato questa mattina da don Gerardo Ippolito ai carabinieri che stanno indagando per risalire all’identità dei malviventi. Il danno è in corso di quantificazione. Stando a una prima indagine, i malviventi si sono introdotti all’interno della confraternita dopo aver forzato la porta della sacrestia.



CONDIVIDI