Continua  il viaggio dell’Osservatorio Sanitario all’interno delle strutture sanitarie. Il nuovo Piano di Riordino varato dalla Giunta Regionale inerente, fra l’altro, la rete ospedaliera ed i criteri utilizzati nell’attribuzione dei tetti di spesa alle strutture private accreditate sta comportando non pochi disagi

nei confronti del cittadino leccese. Prenotazioni di esami da fissare con tempi improponibili o con costi troppo elevati, costringono ormai il paziente a riprendere i classici ‘viaggi della speranza’ che si auspicava appartenessero ormai al passato.
“Ulteriore esempio – ricorda l’assessore Alfredo Pagliaro, presidente dell’Osservatorio  Sanitario – che comporterà non poche difficoltà sia per il personale medico e paramedico che per i cittadini è rappresentato dalla probabile riduzione nell’organigramma del Pronto Soccorso del personale medico da 15 a 10 unità. In base alla delibera n.229 del 31/01/2011 firmata dall’allora direttore generale della Asl Guido Scoditti, questi  incarichi sono stati prorogati fino al 31 maggio 2011 per continuare a garantire i livelli minimi di assistenza. La speranza – afferma Pagliaro – è che siano ulteriormente prorogati, naturalmente col benestare della Regione”.
“L’obiettivo che la  Commissione si prefigge – precisa Pagliaro – è quello di ‘tastare’ il grado di soddisfazione o meno dei cittadini”. Ecco perché sono in programma altre due visite: giovedì 5 maggio, alle ore 9.30, presso il Laboratorio Pignatelli e, successivamente, alle ore 10.30 presso la struttura del dottor Quarta Colosso”.
“Questi incontri – conclude l’assessore Pagliaro – costituiranno un’occasione di confronto con l’utenza ed, al tempo stesso, col personale preposto cercando di trovare, in modo sinergico, possibili soluzioni ad eventuali problematiche che si presenteranno sul momento”.