Continua  il viaggio dell’Osservatorio Sanitario all’interno delle strutture sanitarie. Il nuovo Piano di Riordino varato dalla Giunta Regionale inerente, fra l’altro, la rete ospedaliera ed i criteri utilizzati nell’attribuzione dei tetti di spesa alle strutture private accreditate sta comportando non pochi disagi

nei confronti del cittadino leccese. Prenotazioni di esami da fissare con tempi improponibili o con costi troppo elevati, costringono ormai il paziente a riprendere i classici ‘viaggi della speranza’ che si auspicava appartenessero ormai al passato.
“Ulteriore esempio – ricorda l’assessore Alfredo Pagliaro, presidente dell’Osservatorio  Sanitario – che comporterà non poche difficoltà sia per il personale medico e paramedico che per i cittadini è rappresentato dalla probabile riduzione nell’organigramma del Pronto Soccorso del personale medico da 15 a 10 unità. In base alla delibera n.229 del 31/01/2011 firmata dall’allora direttore generale della Asl Guido Scoditti, questi  incarichi sono stati prorogati fino al 31 maggio 2011 per continuare a garantire i livelli minimi di assistenza. La speranza – afferma Pagliaro – è che siano ulteriormente prorogati, naturalmente col benestare della Regione”.
“L’obiettivo che la  Commissione si prefigge – precisa Pagliaro – è quello di ‘tastare’ il grado di soddisfazione o meno dei cittadini”. Ecco perché sono in programma altre due visite: giovedì 5 maggio, alle ore 9.30, presso il Laboratorio Pignatelli e, successivamente, alle ore 10.30 presso la struttura del dottor Quarta Colosso”.
“Questi incontri – conclude l’assessore Pagliaro – costituiranno un’occasione di confronto con l’utenza ed, al tempo stesso, col personale preposto cercando di trovare, in modo sinergico, possibili soluzioni ad eventuali problematiche che si presenteranno sul momento”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro × 5 =