“Ieri mattina mi sono recato presso l’ufficio Tributi del Comune di Lecce e ho potuto constatare che le difficoltà inerenti  l’incasso diretto della Tassa sui rifiuti solidi urbani non è certo cosa da poco conto. Anzi, devo ammettere con soddisfazione che il personale tutto si è saputo ben districare cercando di risolvere innumerevoli quesiti  posti dai nostri concittadini

Anagrafiche sbagliate, rettifiche sulla superficie degli immobili, emissione di doppie cartelle. Sono solo alcuni dei problemi evidenziati e che, ovviamente, ‘corretti’ nel tempo daranno tranquillità all’Ente e ai suoi contribuenti.
Molto chiara e semplice la lettura della cartella. Chiarezza e trasparenza sono gli elementi essenziali di questi nuovi avvisi di pagamento, i quali risultano facilmente comprensibili  a tutti.
C’è però un piccolo problema,
E’ necessario posporre di cinque giorni tutte le scadenze previste in quanto la maggior parte dei nostri contribuenti riceve il proprio emolumento il primo di ogni mese; pertanto, onde evitare more aggiuntive ai nostri concittadini, in particolar modo ai nostri pensionati,  è necessario agevolare queste fasce di contribuenti le quali annaspano tra mille difficoltà.
Caro assessore Monosi, sono certo che farai di tutto per  accogliere questa mia richiesta che nasce dal confronto avuto con tantissimi cittadini i quali vogliono mantener fede agli impegni con l’Amministrazione Comunale
Sono sicuro che la tua sensibilità e quella del sindaco verrà incontro a queste istanze”. 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.