L’U.S. Lecce, comunica sul proprio sito, di aver chiesto al CASMS, attraverso la Questura di Lecce, una deroga per la vendita dei biglietti del Settore Ospiti in occasione del derby con il Bari di domenica prossima.

La società giallorossa, sotto la propria responsabilità, ha chiesto che la vendita dei tagliandi possa essere estesa anche a 1.000 tifosi, non in possesso della Tessera del Tifoso. La richiesta nasce anche dalla considerazione che la gara d’andata, con le note vicende legate al provvedimento Prefettizio, si è svolta senza nessun problema di ordine pubblico.

Il sindaco di Lecce, Paolo Perrone scende in campo a sei giorni dal derby e appoggia la richiesta avanzata dall’Unione Sportiva Lecce che ha chiesto all’Osservatorio di rivedere la sua decisione: “Siamo al fianco dell’Unione Sportiva Lecce e di tutti gli sportivi giallorossi in questa vicenda: la richiesta avanzata dai vertici societari di via Templari è equilibrata e condivisibile perché da un lato viene incontro alle esigenze di tantissimi  tifosi giallorossi che vorrebbero seguire la propria squadra del cuore nel derby di Bari e, al contempo, fornisce significative garanzie sul piano dell’ordine pubblico. Questa non è una partita come le altre: è una tappa fondamentale per il Lecce e per tutta la Puglia nella speranza di riuscire a mantenere almeno una squadra in serie A.

Per questo motivo rivolgiamo un accalorato appello al CASMS affinché possa rivedere la sua decisione offrendo ad un migliaio di tifosi giallorossi – peraltro sotto lo stretto controllo dell’Unione Sportiva Lecce – la possibilità di essere vicini al Lecce in un momento decisivo per le sorti del campionato.

Le ragioni di queste nostre richieste sono motivate anche dal fatto che la gara di andata disputata al Via del Mare dimostra ampiamente che, grazie ad un efficace lavoro sinergico tra la società e le forze dell’ordine, si è riusciti a garantire un derby tranquillo sul piano della sicurezza, evitando incidenti e qualsiasi tipo di problema di ordine pubblico.
Siamo convinti che la richiesta dell’Unione Sportiva Lecce non rimarrà inascoltata: Bari-Lecce, pur nella sana rivalità che lo contraddistingue, merita di essere un derby giocato con una degna cornice di pubblico”.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × 2 =