Continua l’attività di prevenzione e repressione della Guardia di Finanza effettuata lungo le coste salentine a tutela della riqualificazione ambientale, soprattutto in considerazione della sistematica aggressione alle risorse marine del litorale.

L’altra sera, una pattuglia della Tenenza di Leuca in servizio di vigilanza costiera notava, nello specchio acqueo antistante la marina di Lido Marini, dei fasci di luce provenienti dal fondo del mare, prova inequivocabile della presenza di sub. I Finanzieri, non potendo escludere che potesse trattarsi di soggetti impegnati in qualche traffico illecito, hanno atteso che i subacquei uscissero dall’acqua, per poi procedere alla loro identificazione e controllo.

L’attività ispettiva confermava che si trattava di due sub, attrezzati di tutto punto per pescare in apnea in tempo di notte. Pertanto, agli stessi veniva contestata la specifica violazione, per la quale è prevista un sanzione pecuniaria fino ad un massimo di 3.000,00 euro, nonché il sequestro dei fucili e delle torce di mare utilizzate.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 − uno =