Il Forum Europeo sulle Tecnologie per il miglioramento della vita degli anziani, che si svolgerà a Lecce nel prossimo mese di settembre, risulta essere per davvero una occasione importante di dialogo e confronto sulle politiche in favore della terza età.

Il moltiplicarsi degli eventi che si soffermano sulle potenzialità e sulle difficoltà che il passare degli anni comporta per ciascuno di noi, ha un valore strategico dal punto di vista dell’organizzazione della società. 
Fino a qualche tempo fa, infatti, si era portati a parlare degli anziani in termine di problematica piuttosto che di risorsa. Non v’è ombra di dubbio che le sollecitazioni che nel tempo ci sono state consegnate dall’Ote (Osservatorio sulla Terza Età) e dalle grandi battaglie del prof. Mortilla e del prof. Monorchio, hanno rappresentato un’autentica svolta copernicana. Studi e ricerche testimoniano ancor di più, proprio in questi anni di crisi economica e sociale, che il contributo che gli anziani riescono a dare ai più giovani in termini di sostegno e attenzione, soprattutto per i nuovi nuclei familiari che si formano, è fondamentale per lo sviluppo sociale.
Proprio per questo sono lieto di comunicare che il sottoscritto, coadiuvato da autorevoli personalità del Governo Nazionale presenterà, in autunno, sempre nella nostra Lecce, l’Indagine Conoscitiva sugli Anziani in Italia che, in qualità di Responsabile Nazionale della Consulta dei Senior del Popolo della Libertà, avrà il piacere e l’onore di coordinare.

CONDIVIDI