Un’evasione fiscale da 158 mila euro è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Lecce che ha eseguito un’ispezione nei confronti di una Ditta Individuale operante nel settore dell’agricoltura.

L’indagine economico finanziaria delle Fiamme Gialle ha riguardato un commerciante esercente l’attività di “piantagione d’ ortaggi” del circondario di Maglie, che per tre anni è rimasto sconosciuto al Fisco, dimenticando di presentare le prescritte dichiarazioni dei redditi, dell’Iva nonchè di contabilizzare i corrispettivi conseguiti.

Il commerciante aveva intenzionalmente deciso di non presentare le relative dichiarazioni dei redditi, omettendo peraltro di registrare nelle scritture contabili i corrispettivi conseguiti, pur rilasciando sistematicamente i documenti fiscali obbligatori ai propri clienti.

Il servizio si è concluso con la segnalazione agli Uffici Finanziari di circa 125 mila euro di base imponibile sottratta a tassazione, nonché con la proposta di recupero dell’IVA evasa per oltre 25 mila euro.

Inoltre, per gli anni dal 2007 al 2010, la stessa pur avendo regolarmente operato le ritenute su salari corrisposti ai dipendenti ne ha omesso il versamento omettendo di non versare ritenute per oltre 8 mila euro.

L’imprenditore è stato segnalato all’Agenzia delle Entrate per il recupero delle relative imposte e per l’applicazione delle relative sanzioni.