Le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Tributaria di Lecce hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Lecce l’amministratore ed i due soci di  una società di Matino, per il reato di bancarotta fraudolenta.

Le indagini condotte dai finanzieri, hanno evidenziato che l’amministratore ed i soci avrebbero svilito il patrimonio aziendale occultando materie prime, materiali e somme di denaro nel periodo immediatamente precedente alla dichiarazione di fallimento dell’impresa nell’atto in cui la stessa versava in procedura di concordato preventivo.

L’imprenditore, aggravando ulteriormente la propria posizione, avrebbe inoltre, volutamente, occultato i registri e le scritture contabili dell’azienda non consentendo, quindi, la reale ricostruzione del patrimonio della stessa, nonché il suo effettivo volume d’affari.

Per i fatti illeciti rilevati, il titolare  dell’impresa società fallita, risponderà del reato di bancarotta fraudolenta.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due × 5 =