Foto Lucia CavalloUn’economia che fatica a riprendersi, e che ancora non è riuscita a lasciarsi alle spalle la crisi. Maggiore attenzione al portafogli da parte di imprenditori e consumatori. Sono probabilmente queste, le cause che hanno determinato nella provincia di Lecce

una brusca frenata dei protesti nel 2010: poco più di 47 milioni di euro, contro gli oltre 61 milioni del 2009. Un saldo di 14 milioni di euro in meno. Solo per quanto riguarda gli assegni scoperti, il calo registrato in provincia di Lecce è del 35%. E mai come in questo caso il segno negativo è un toccasana per l’economia salentina. Il dato leccese è perfettamente in linea con il trend nazionale.

Il report completo con tabelle e altri importanti dati sull’economia salentina, redatto dal Servizio Studi e Statistica della Camera di Commercio di Lecce, è disponibile da oggi sul sito istituzionale www.le.camcom.it.

CONDIVIDI