“Ho sempre pensato che questa fosse una città vitale, ricca di energie e di entusiasmo. I fatti mi stanno dando ragione. La storia di Com.data, un gruppo industriale che opera nel comparto delle comunicazioni, è emblematica.

Nel 2007 appena eletto sindaco di Lecce. seppi che Com.data voleva aprire un centro servizi nel Sud Italia. Da subito tentai di convincere Com.data ad investire sul nostro territorio. Da allora ad oggi la multinazionale ha assunto a tempo determinato, nella nostra città, oltre 400 ragazzi e si appresta ad assumerne altrettanti entro il prossimo 31 dicembre.
Le motivazioni che hanno spinto il gruppo imprenditoriale ad incrementare il proprio investimento sul nostro territorio dipendono da un ambiente favorevole incontrato sul piano politico-istituzionale ma soprattutto dalle grandi capacità messe in mostra dai giovai leccesi. Ragazzi affidabili, seri, competenti che hanno fatto crescere l’azienda e il territorio stesso. E ora il loro impegno e il loro grandi entusiasmo sono serviti a tracciare un solco aprendo la strada ad altri loro 415 coetanei, pronti a lavorare, a misurarsi e a crescere nello stesso ambiente professionale. Senza rincorrere sogni, bensì facendo affidamento ad un lavoro certo e duraturo che non mancherà di regalare loro importanti soddisfazioni. I nostri ragazzi se lo meritano, soprattutto in un momento difficile sul piano della congiuntura economia. E’ sulle loro capacità che si regge il territorio per affrontare il futuro con maggiore serenità.
E’ questo il miglior messaggio di ottimismo che si poteva lanciare: i giovani rappresentano una risorsa incredibile per il nostro territorio. Grazie a loro altri ragazzi potranno lavorare. Ecco perché è necessario proteggere e incentivare i nostri ragazzi offrendo loro tutte le opportunità possibili e immaginabili per dare una risposta concreta alle loro legittime aspirazioni  professionali”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

15 + venti =