Uno “scempio”. Questa è la definizione che Vittorio Sgarbi ha dato, ieri sera durante l’esordio della sua trasmissione “Ora ci tocca anche Sgarbi” andata in onda su Rai Uno, parlando di fotovoltaico ed eolico in Puglia.

Sulla questione, che ha suscitato molta polemica tanto da indurre la Rai a sospendere l’andata in onda della seconda puntata, interviene il presidente di Confindustria Puglia, Piero Montinari.

“In Puglia –dice- ci sono aziende che operano, da molti anni, seriamente e professionalmente nel settore energetico. Ma che, soprattutto, lo fanno nel rispetto della legalità e lontano da interessi mafiosi. E’ bene dirlo a gran voce e con convinzione. Così come, sostiene ancora Montinari, lusinghiero è il lavoro che, nel nostro territorio, svolge Legambiente, alla quale va tutta la mia solidarietà per le pesanti accuse, ad essa rivolte, durante la trasmissione di Rai Uno. Legambiente, con cui non sono mancati i momenti di confronto serrato ma costruttivo, si è sempre battuta a favore del rispetto delle leggi e dello sviluppo sostenibile. Obiettivo, questo, che l’intero sistema di Confindustria Puglia e quindi il tessuto imprenditoriale tutto ha come prioritario”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × 4 =