Il bisogno dell’ incontro, del reciproco ascolto, la necessità dello scambio di idee e di esperienze sulla vita. È su questi punti che si fonda la nostra presentazione del romanzo “ Da qui tutto è lontano” di Pierluigi Mele, il 16 maggio, in due sessioni, mattina ore 10,30 e pomeriggio ore 15,30, presso la “ Casa Circondariale Borgo San Nicola” di Lecce.

Il libro, una sorta di favola in prosa poetica sui temi della solitudine, del potere e dell’ amore, offre, infatti, numerosi spunti di riflessione sull’esistenza e sul sogno, in una chiave narrativa del tutto originale. E il grande riscontro che il libro ha avuto tra i lettori e la critica è, al riguardo, un atto di concreta testimonianza. La particolarità del romanzo, a metà strada fra teatro, poesia e narrativa, sta nella sua capacità di suggestionare il lettore attraverso i cinque sensi, spingendolo a farsi protagonista delle vicende evocate; sullo sfondo di un Salento mitico, costantemente trasfigurato nella storia e nella natura.
Il titolo stesso del romanzo apre al lettore molteplici interrogativi sul destino e sulla libertà, con costanti riferimenti all’attualità. Il nostro intento, quindi, è di intrecciare un libero cambio di idee sui temi che il libro sortirà nei lettori della Casa di detenzione.

L’Editore Lupo ha preventivamente donato ai detenuti della Casa Circondariale 70 copie del romanzo “ Da qui tutto è lontano”, che hanno così avuto modo di leggere e lavorare con la guida di tutto il personale docente dell’ istituto per poi incontrarsi con l’ autore e scambiare liberi pensieri e sensazioni sul libro.

L’iniziativa è resa possibile grazie alla disponibilità del Dipartimento Amministrazione Penitenziaria di Stato e al vivo interesse della Direttrice della Casa Circondariale Borgo San Nicola di Lecce, Dott.ssa Anna Maria Piccinno, del Dott. Luigi Tarantino e del Dott. Fabio Zacheo che hanno da subito e con grande entusiasmo promosso il progetto di Lupo Editore.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

11 + 13 =