Sono stati rimpatriati nella notte, con un volo charter decollato dall’aeroporto di Catania e diretto a Il Cairo, 25 cittadini egiziani, tra cui 17 giunti nei giorni scorsi a Lampedusa, insieme ad altri stranieri partiti dalla Libia.

I 17 egiziani, come informa il Viminale, sono stati individuati a seguito delle interviste effettuate, nei confronti di tutti coloro che sbarcano sulle coste italiane, da parte di un pool di esperti della polizia di prevenzione, anticrimine e dell’immigrazione appositamente addestrato per raccogliere, nell’immediatezza degli sbarchi, tutte quelle informazioni utili all’intelligence italiana per disarticolare le organizzazioni criminali dedite al traffico di esseri umani. Cosi’ sono stati individuati i 17 egiziani appena rimpatriati, cui se ne aggiungono altri 8, che facevano parte di un gruppo di 35, rintracciati ieri a Marina di Ugento. Al fine di evitare il rimpatrio, gli stranieri avevano riferito di essere iraniani e minorenni. Tuttavia, su input della Direzione Centrale dell’Immigrazione e della Polizia delle Frontiere – prosegue il Viminale – e’ stata accertata la loro nazionalita’ egiziana e, dagli esami antropometrici, solo 28 sono risultati minorenni, nei cui confronti sono state avviate le procedure per affidarli alle strutture indicate dall’ Autorita’ Giudiziaria. I restanti 7 maggiorenni, sono stati anche loro ricondotti in Egitto. Secondo il Viminale, il rimpatrio dei 25 egiziani e’ ”l’effetto diretto dei sempre piu’ solidi rapporti di cooperazione che intercorrono con le Autorita’ egiziane in Italia, impegnate costantemente nel contrastare ogni attivita’ criminosa connessa all’immigrazione illegale. Infatti, dall’inizio dell’anno, sono 412 gli egiziani rimpatriati a Il Cairo nelle ore immediatamente successive al loro arrivo sulle coste italiane”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quindici − otto =