Detenuto agli arresti domiciliari, chiede “insistentemente” di tornare in carcere per contrasti familiari, e finisce dritto in cella. Si tratta di Fiordisio Mirco, ventunenne di San Cesario, accusato di evasione e resistenza a pubblico ufficiale.

È accaduto ieri sera verso le 20, quando il giovane, già agli arresti domiciliari, si è presentato presso gli uffici della Stazione dei carabinieri, riferendo la volontà di continuare a scontare la condanna, non più presso il domicilio ma in carcere, a causa di contrasti con la  mamma.

A quel punto il giovane, aveva già commesso il reato di evasione e veniva riaccompagnato presso il domicilio. Ma qui il 21enne si rifiutava di rientrare e perciò finiva dritto in una cella di Borgo San Nicola.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

undici + diciannove =