Il Club Scherma Lecce, è tornato in pedana ma non per affrontare una gara nazionale ma per continuare invece la missione della promozione di questa disciplina sportiva, anche all’interno degli istituti scolastici salentini.

Nei giorni scorsi difatti, il club di Via Stomeo, presieduto da Sari Greco, ha offerto – agli alunni dell’Istituto Tecnico Economico Statale “F. Calasso” di Lecce – uno stage formativo di scherma.
Nella tre giorni di full immersion, gli studenti delle sei classi iscritte all’indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing con orientamento sportivo (Iges), oltre alla conoscenza dei principi e delle regole che caratterizzano questo sport, hanno potuto assistere agli “assalti” dimostrativi di Spada e Fioretto offerti in pedana da alcuni schermidori del maestro Alessandro Rubino, il quale ha impreziosito lo stage formativo, con alcune lezioni pratiche, coinvolgendo così gli studenti, anche nella disquisizione prettamente teorica. Ovviamente non è mancata la parte pratica, considerato che all’interno della palestra del “Calasso”, è stata allestita una pedana, per simulare un assalto anche con i ragazzi presenti allo stage.

«Gli studenti, hanno suscitato un forte interesse formulando numerosissime domande – commenta la presidente del Club Scherma Lecce, Sari Greco – innanzitutto mi preme ringraziare i professori di educazione fisica del corso Iges, Fausto Cino e Roberto Taccone ed ovviamente il dirigente scolastico del “Calasso”, il professor Mario Portaccio. Abbiamo ricevuto i complimenti per questo stage formativo, dipanatosi in sei ore interamente dedicate ad una disciplina sportiva la quale ancora necessita di una maggiore attenzione mediatica, visto che molti ragazzi erroneamente utilizzavano la “k” per scrivere scherma. Al cospetto del nostro club, si sono interfacciati oltre centoventi alunni e tutti si sono dimostrati particolarmente affascinati durante questo primo approccio con la scherma. Il nostro intento, difatti non era quello di insegnare la scherma in sole sei ore ma di creare un primo step, spiegare alcuni termini tecnici e al contempo materializzare una, seppur fugace, presenza in pedana. Peraltro, lo sport e nella fattispecie la scherma, rappresenta, così come richiesto dal protocollo scolastico, la massima espressione del rispetto delle regole, dello spirito di applicazione dei metodi acquisiti, quindi si è trattato decisamente di un’interessante e costruttivo evento formativo. Da parte mia – conclude la presidente Greco – sono felice di poter continuare a contribuire alla promozione della scherma nel capoluogo salentino ma anche in tutta a provincia di Lecce: dopotutto, anche questo è il ruolo di una società sportiva».

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 + 5 =