Il lavoro è il tema fondamentale del paese ma resta del tutto assente dall’agenda della maggioranza. Tutti coloro che hanno a cuore il lavoro devono cogliere ogni occasione per costringere il governo a parlarne.

Quello che va affermato con forza è che l’Italia ha bisogno di crescere, ma nessuna crescita può prescindere dalla tutela, dalla valorizzazione e dalla creazione di lavoro. Non ci può essere crescita economica senza crescita sociale, ed il lavoro è l’unico fattore a poter tenere insieme le due cose.
È su questa convinzione che va ritrovata l’unità del mondo del lavoro ed è per questa convinzione che domani sarò anche io in piazza a sostenere le ragioni di tutte quelle donne e quegli uomini che difendono il proprio diritto ad una esistenza dignitosa. Così come il 18 giugno parteciperò alle manifestazioni promosse da Cisl e Uil per la riforma del fisco. Dobbiamo contrastare il modus operandi di questo Governo che in questi anni si è assunto la responsabilità, gravissima, di lavorare sulle divisioni. Il PD, anche attraverso la presenza alle varie manifestazioni, ha lanciato un appello alle organizzazioni sindacali per ritrovare le ragioni dello stare insieme e difendere il diritto al lavoro. Un diritto che questo governo, dopo trentasei mesi di attività, continua a negare.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattordici − otto =