“Sulla base dei dati in nostro possesso la partecipazione nelle imprese metalmeccaniche allo sciopero della Cgil e’ stata inferiore al 15%”. Lo sostiene in una nota la Fim Cisl. “In moltissime aziende anche di medie e grandi dimensioni non si e’ registrata alcuna adesione – continua il comunicato – e solo in alcune aree circoscritte si sono registrate adesioni superiori al 15%.

In alcune grandi aziende le percentuali di adesione allo sciopero risultano le seguenti: Gruppo Fiat 10%, Ilva di Taranto 5%, Brembo di Bergamo 6%, Aermacchi e Augusta di Varese 10%, Cnh Lecce 4,5%, Nuovo Pignone di Firenze 20%, Lucchini di Piombino 20%”.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.