Un Consiglio regionale insolito, esuberante ma non disordinato, colorato di giallo dai berrettini degli scolari dell’Istituto comprensivo 2° polo di Monteroni di Lecce e animato dalla vivacità dei liceali del classico Zingarelli di Cerignola, ragazze e ragazzi di II A e II B, provenienti anche da Canosa e Stornara.

Non hanno trovato l’Aula in attività, in una giornata postelettorale, ma giovani e giovanissimi hanno avuto l’opportunità – anche questa inconsueta – di incontrare da vicino il presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna e il capogruppo Udc Salvatore Negro.
I due protagonisti dell’attività ufficiale nel Parlamento di Bari sono stati conquistati dalla vitalità dei piccoli colleghi per un giorno, seduti sui banchi dell’emiciclo nella visita al Palazzo di via Capruzzi, prevista dal progetto “Consiglio regionale Aperto”.
Energia contagiosa quella degli alunni salentini, sapevano tutto sull’organizzazione della Regione, da veri cittadini modello di domani. E rispondevano a tutto, preparatissimi, tanto da strappare applausi ai ragazzi più grandi. Certo, l’Aula del Consiglio regionale non somiglia al “ Colosseo”, come ha azzardato uno degli scolaretti, semmai a Montecitorio, ma non importa, ci sarà tempo per visitare anche le sedi istituzionali romane, dopo quella barese.
Ai giovani di Cerignola, Canosa e Stornara il caloroso “in bocca al lupo e… non dimenticate di studiare!” del presidente Introna. Ai piccoli ospiti salentini gli auguri per il loro futuro scolastico ed extrascolastico e da parte del presidente Negro l’auspicio che qualcuno di loro, tra qualche anno, possa portare Monteroni in Consiglio regionale, “non solo per un giorno, per una legislatura intera”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × 4 =