I Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria, a conclusione di due distinte indagini economico finanziarie in materia di reati fallimentari, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Lecce cinque persone accusate di bancarotta fraudolenta.

Le indagini hanno riguardato due imprese del basso Salento operanti rispettivamente nell’edilizia e nella commercializzazione di prodotti surgelati.

Nei confronti dell’impresa edile sono state accertate irregolarità contabili finalizzate a rendere difficoltosa l’analitica ricostruzione delle vicende aziendali, nonché la distrazione di automezzi e attrezzature varie per un valore complessivo di oltre 70 mila euro.

Anche nei confronti dell’amministratore e dei soci dell’impresa operante nella commercializzazione di prodotti surgelati sono state rilevate numerose irregolarità contabili tali non rendere possibile la ricostruzione del patrimonio aziendale e del volume d’affari.

A questi ultimi è stata contestata, inoltre, la distrazione di una somma di denaro di oltre 400 mila euro, parte della quale sarebbe stata distribuita a favore dei soci, senza una valida ragione economica, ma al solo scopo di svilire il patrimonio aziendale.