I Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Lecce hanno portato a termine due importanti operazioni nel settore della sicurezza dei prodotti, che hanno consentito il sequestro di circa tremila articoli di bigiotteria non conformi alla legislazione italiana.

L’intervento è stato effettuato nel corso di un’attività finalizzata alla prevenzione nel settore della tutela del mercato dei beni e servizi, in due comuni dell’interland leccese a carico di due negozianti di nazionalità cinese.

La merce, rappresentata da collane, bracciali, fermagli, piercing, spille e altri oggetti di bigiotteria, è risultata tutta irregolare in quanto sprovvista di qualsiasi etichettatura, della descrizione dei componenti del prodotto e delle modalità d’uso, in violazione alla normativa sul consumo.

La merce sequestrata non recava, infatti, le prescritte indicazioni dell’eventuale presenza di materiali o sostanze che possono arrecare danno all’uomo, alle cose o all’ambiente; dei materiali impiegati e dei metodi di lavorazione, ove questi siano determinanti per la qualità o le caratteristiche merceologiche del prodotto; le istruzioni e le eventuali precauzioni e destinazioni d’uso, ove utili ai fini di fruizione e sicurezza del prodotto.