Le Fiamme Gialle della Compagnia di Lecce, nel corso di specifici controlli volti al contrasto di illeciti nel settore delle accise, hanno sequestrato un ingente quantitativo  di prodotto petrolifero agevolato per l’agricoltura che un imprenditore edile di Copertino ha utilizzato per fini diversi da quelli agricoli.

Infatti, le attuali disposizioni in merito non consentono di utilizzare il prodotto agevolato per il rifornimento di automezzi non aventi le caratteristiche e le autorizzazioni necessarie per il loro impiego in agricoltura.

Nella circostanza, i Finanzieri hanno accertato che un costruttore di Copertino ha utilizzato il gasolio agevolato per alimentare il proprio automezzo che con l’agricoltura non avevano nulla a che vedere. Ciò è stato possibile attraverso il prelevamento di un campione di carburante contenuto nel serbatoio del mezzo in uso all’impresa, con l’ausilio di una pompa aspiratrice, appurando l’utilizzo illecito di gasolio agricolo.

Nello specifico, la sostanza rinvenuta nei serbatoi presentava una colorazione verdastra tipica del gasolio agevolato per uso agricolo che lo differenzia da quello per uso autotrazione (giallo paglierino) e da quello per uso riscaldamento domestico (rosso).

Nel corso del controllo è stato accertato, inoltre, che il mezzo fermato risultava privo di copertura assicurativa obbligatoria, il conducente dell’autocarro al momento era sprovvisto di patente di guida ed il rimorchio che trasportava un escavatore, era privo dei prescritti dispositivi di sicurezza.

Il responsabile, pertanto, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria e l’automezzo, utilizzato ai fini della frode, è stato posto sotto sequestro.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette − cinque =