“La decisione di rendere novantennali le concessioni per gli stabilimenti balneari è una vera e propria rivoluzione che finalmente dà sicurezza e stabilità al settore del turismo balneare e a tanti imprenditori che fino ad oggi hanno vissuto nell’incertezza che i loro costi stagionali

potessero essere davvero degli investimenti, il che finiva per pesare nelle tasche degli utenti”. Lo sostiene in una nota il consigliere regionale salentino del Pdl, Roberto Marti.”Il Governo Berlusconi, anche grazie all’impegno del ministro Fitto che in questi anni ha sempre dimostrato di avere a cuore i problemi di questo settore, ha inteso così dare certezza alle imprese balneari limitando la burocrazia e mettendo finalmente ordine in un settore fondamentale per l’economia turistica e quindi per la Puglia che ha quasi 900 chilometri di coste. Nel Salento – aggiunge Marti – questo provvedimento si traduce in una boccata d’ossigeno per le centinaia di imprenditori balneari che finalmente potranno rendere servizi migliori ai cittadini. Dare certezza agli investimenti degli imprenditori significa poi eliminare i costi stagionali per allestimento e smontaggio delle strutture, il che non potrà che ripercuotersi sulle tariffe applicate ai cittadini che saranno più basse. Ingiustificati gli allarmi degli ambientalisti e della Regione Puglia, perchè i nostri imprenditori balneari sanno bene che il paesaggio e l’ambiente sono la principale ricchezza della nostra terra e sapranno certamente conciliare il rispetto dell’ambiente con la legittima esigenza di garantire servizi adeguati ai turisti”.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.