Foto Andrea StellaIl bilancio del Lecce nei precedenti diciassete incontri al “Via del mare” con la squadra biancoceleste, è di: 8 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte, 17 reti segnate e 12 reti subite.

Le due squadre si affrontarono per la prima volta al Via del mare 28 anni fa. Accadde il 18 Aprile 1981, alla trentesima giornata del campionato di serie B. La squadra giallorossa, guidata da Giovanni Di Marzio, scese in campo con: De Luca, Lo Russo, Miceli, Gaiardi, Bonora, Re, Cannito, Improta, Biagetti, Mileti, Magistrelli. I biancocelesti di Ilario Castagner risposero con: Marigo, Spinozzi, Citterio, Perrone, Pighin, Simoni, Marronaro, Viola, Chiodi, Mastropasqua, Greco. La partita si concluse a reti inviolate. La prima vittoria dei giallorossi avvenne nel secondo confronto tra le due squadre. Il Lecce si aggiudicò l’incontro per 1 – 0, in virtù della rete segnata da Pasquale Bruno al ’43.

Ma la sfida più bella ed emozionante tra le due squadre si giocò il 1° maggio 2005. I giallorossi vinsero l’incontro con uno spettacolare 5 – 3. Il Lecce allenato dal boemo Zeman scese in campo con: Sicignano, Cassetti, Diamoutene, Stovini, Rullo, Giacomazzi, Ledesma, Dalla Bona, Valdes, Eremenko, Vucinic. La Lazio di Papadopulo rispose con:  Peruzzi, Lopez, Couto, Zauri, Lequi, Filippini, , Giannichedda, Liverani, Cesar, Pandev, Rocchi. Passa in vantaggio il Lecce con Samuele Dalla Bona al’6 su calcio di rigore assegnato per fallo su Eremenko, pareggio laziale con Rocchi al ’30, ma al ‘47 ritorna in vantaggio il Lecce con Mirko Vucinic. Sul risultato di 2 – 1 per i giallorossi, si scatena il bomber biancoceleste Rocchi, già autore di una rete, che nel giro di dieci minuti, ribalta il risultato portando la Lazio in vantaggio per 3 – 2. Il Lecce a quel punto reagisce alla grande e perviene prima al pari con un perentorio colpo di testa di Diamoutene al ’71 e poi passa in vantaggio grazie al montenegrino Vucinic che realizza altre 2 reti al ’78 e al ’82 su punizione, fissando il risultato sul 5 – 3 finale, realizzando così la prima e unica tripletta segnata da un calciatore giallorosso in serie A.

L’ultima partita nel Salento tra le due squadre si giocò il 22 febbraio 2009. La gara si concluse con la vittoria dei biancocelesti per due reti a zero. Andarono  a segno Foggia al ’10 e Kolarov al ‘50.

Dario De Carlo

CONDIVIDI