In riferimento ad alcuni articoli apparsi sulla stampa, il dirigente del Settore Ambiente del Comune di Lecce, Fernando Bonocuore precisa che “il Comune di Lecce e nello specifico il mio settore non è  stato avvertito della riunione che si è svolta ieri presso la Provincia di Lecce avente per oggetto lo scarico a mare dei liquami a S. Cataldo”.

“E’ bene ricordare – aggiunge Bonocuore – che il Comune di Lecce ha sempre partecipato con i tecnici del settore Ambiente a tutti gli incontri convocati sia dalla Provincia che dalla Regione ed anzi lo stesso settore  si è fatto più volte promotore di riunioni presso Palazzo Carafa al fine di individuare soluzioni adeguate e sollecitare il consorzio Sisri ad effettuare lavori di miglioramento per aumentare la qualità delle acque reflue”.
“Resta fermo l’impegno del settore Ambiente – conclude Bonocuore – a valutare, come sempre e in ogni sede, tutte le soluzioni tecniche idonee a rendere i reflui sempre più sicuri per  la comunità al fine di assicurare la balneazione e la tutela dell’ambiente”.

CONDIVIDI