Sono aperte le iscrizioni per la 14° edizione del Festival Internazionale di Archeologia per ragazzi, la manifestazione che si svolgerà dal 1 al 10 luglio a Vaste è promossa dalla Provincia di Lecce, dalla Regione Puglia, dall’Scuola di Specializzazione in Archeologia Classica e Medievale di Lecce, dal Museo “S. Castromediano”, dalla Soprintendenza Archeologica della Puglia e dal Comune di Poggiardo.

Unica nel suo genere (fino ad oggi ha coinvolto ca. 2000 partecipanti), l’idea del Festival Internazionale di Archeologia per ragazzi (marchio registrato ormai da due anni a tutela della sua originalità),  è nata all’interno del Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università del Salento, sotto la direzione scientifica del prof. Francesco D’Andria (Università del Salento) “Direttore della Missione Archeologica Italiana in Turchia – Hierapolis” e si avvale del supporto fondamentale del Direttore del Museo “S. Castromediano” Antonio Cassiano.
I ragazzi dai 6 ai 16 anni, provenienti da diverse città italiane (Napoli, Benevento, Milano, Torino, Roma etc.) e dall’estero (Francia e Belgio) vengono ospitati in strutture allestite per l’occasione e in un clima decisamente festoso hanno la possibilità di tuffarsi per dieci giorni nel fantastico mondo dell’archeologia. Nel corso della manifestazione i partecipanti prendono parte ad un vero scavo archeologico. Infatti il punto di forza della manifestazione è proprio quello di far lavorare i ragazzi in aree archeologiche in cui già da anni l’Università conduce ricerche. Questo ci permette di stimolare i piccoli archeologi alla conoscenza del nostro patrimonio e nello stesso tempo al rispetto di ciò che li circonda.
La 14^ edizione del Festival  è ricca di attività, oltre allo scavo archeologico, i piccoli archeologi prenderanno parte ai  laboratori di archeologia sperimentale impareranno le tecniche di lavorazione dei materiali utilizzati nell’antichità. Lavoreranno la pietra, la selce e l’argilla realizzando piccoli strumenti simili a quelli preistorici utilizzati per la caccia e per l’uso domestico e ancora realizzeranno i vasi d’argilla, impareranno a decorarli ed insieme ad un esperto quest’anno realizzeranno una fornace simile a quelle utilizzate nella preistoria e sperimenteranno la cottura dei vasi.
Un’altra interessante attività del 14° Festival sarà quella sui propulsori.  Impareranno a realizzare i propulsori e sperimenteranno il lancio.
Insieme al Paleobotanico faranno la flottazione, setacceranno cioè la terra proveniente dall’area archeologica per recuperare i resti vegetali del passato. Utilizzeranno il microscopio e scopriranno come gli esperti ricostruiscono i paesaggi antichi
Quest’anno un grande evento sarà quello di “Una giornata con i gladiatori”. Un appuntamento di grande coinvolgimento, un vero tuffo nell’età romana grazie alla collaborazione con l’Associazione Rasna. Nell’area archeologica dei SS. Stefani, insieme ai gladiatori i ragazzi saranno coinvolti nel preparazione di un accampamento romano.  Per tutta la giornata avranno modo di rivivere con i gladiatori momenti legati alla vita quotidiana, impareranno il lancio del giavellotto e conosceranno i costumi e le armi antiche.  La giornata terminerà con la spettacolare dimostrazione di lotta antica.

Il 14° Festival  proporrà serate di cinema e di teatro all’aperto.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × 5 =