Spari contro un’auto e la porta d’ingresso di un’abitazione. Otto colpi di fucile, un calibro dodici, che sono stati esplosi nella notte a Vernole, in Via Lecce. Dai primi accertamenti svolti dai carabinieri, pare che nel mirino dei malviventi ci fosse l’autovettura, una Audi A4, di un 47enne di Lizzanello, già noto alle forze dell’ordine, Maurizio Cannoletta. L’abitazione, invece, sarebbe stata colpita per sbaglio.

 

E’ stato lo stesso proprietario dell’auto ad allertare i militari, giunti in pochi minuti con i colleghi della scientifica. Degli otto colpi di fucile, sparati con un calibro 12, quattro hanno raggiunto l’auto parcheggiata davanti all’abitazione dell’uomo, gli altri quattro invece hanno perforato la porta d’ingresso dell’abitazione del suo vicino.

Cannoletta era stato già arrestato nel 2010 nell’ambito dell’operazione “Sunrise”, con la quale la guardia di finanza incastrò un gruppo dedito al traffico internazionale di stupefacenti sull’asse Italia, Albania e Belgio.

I carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Lecce hanno avviato le indagini per fare luce sulla vicenda ed individuare i responsabili.