L’assessore alle Politiche della Salute, Tommaso Fiore, ha annunciato, nel corso della seduta di Consiglio di ieri, la presentazione di una proposta di legge ulteriormente abrogativa delle disposizioni approvate oggi in materia di ticket sanitari.

“Prendo atto della volontà del Consiglio – ha detto Fiore – ma annuncio che a nome del Governo sarà presentata al più presto una legge abrogativa delle norme approvate”. “Il Ddl – che avrà natura di urgenza – è reso necessario dal rispetto del Piano di rientro”. Secondo l’assessore “l’approvazione mette a rischio la Puglia, in assenza di correttivi immediati, di vanificare tutti gli sforzi fin qui fatti, con il concreto rischio di perdere i 500 milioni di cassa e competenza, oggetto fin dall’inizio del delicato rapporto tra Governo nazionale e regionale. Il centrodestra porta per intero la responsabilità di quanto può accadere, avendo – per motivi puramente demagogici – realizzato un comportamento schizofrenico, che da un lato invoca il rigore, dall’altro impedisce una regolare e regolata attività di governo nel settore della sanità. Come è noto, rispetto alle organizzazioni sindacali, che avevano posto con forza il tema delle esenzioni ticket, era stato viceversa preso un impegno prudente e responsabile di una ridiscussione del tema, con il coinvolgimento del Governo nazionale, dopo la semestrale di cassa”.