L’amministrazione comunale di Lecce – afferma l’avv. Alessandro Gallucci dell’ Aduc di Lecce – anche per mezzo del sito internet istituzionale, ha reso noto alla cittadinanza che nei prossimi giorni verranno notificati gli avvisi di accertamento per il pagamento della Tarsu 2010, che doveva essere versata

entro il 28 febbraio 2011. Chi non ha ancora pagato, se non ha motivo di non farlo, deve versare l’importo dovuto entro 60 giorni dal giorno di ricevimento dell’avviso. Potrebbe accadere, tuttavia (anche l’amministrazione comunale ne e’ cosciente) che vengano inviati degli avvisi errati. In tal caso e’ possibile opporsi in autotutela o per via giudiziale. Quest’ultima non e’ una strada da escludere a priori in quanto l’amministrazione comunale non ha l’obbligo di rispondere al contribuente entro i termini utili a fare ricorso alla Commissione tributaria, sicche’ una risposta negativa, tardiva, potrebbe precludere la tutela giudiziale delle proprie ragioni. In ogni caso chi versa piu’ del dovuto puo’ fare istanza di rimborso. L’Aduc offre ai consumatori/utenti l’assistenza per fugare i propri dubbi sulla legittimita’ dell’avviso di accertamento ricevuto e per decidere il modo migliore d’agire.