“Il codice del consumo pone in capo al venditore l’obbligo di garantire il perfetto funzionamento di una serie di prodotti venduti. Di questi obblighi non pare tener conto il punto vendita Unieuro di Cavallino.” Lo comunica in una nota l’avv. Alessandro Gallucci dell’ Aduc di Lecce.

“Questo ci segnalano dei consumatori leccesi per un caso riguardante una comunissima macchina da caffe’ difettosa. Alla richiesta di sostituzione del bene (cosa prevista dalla legge al ricorrere di determinate condizioni) si sono sentiti rispondere che non era possibile visto che quel negozio la riconosce solamente entro 7 giorni dall’acquisto della merce. Eppure la garanzia ha una durata di due anni e soprattutto la sostituzione e’ sempre possibile a meno che non sia eccessivamente onerosa rispetto alla sostituzione*. Non e’ stato nemmeno utile lamentare l’eccessiva lunghezza dei tempi di riparazione: a questa obiezione il commesso ha risposto che se si gradivano tempi piu’ rapidi ci si poteva rivolgere direttamente centro assistenza. Stiamo esaminando il caso per valutare se segnalarlo all’Antitrust. Nel frattempo agiremo per la tutela del consumatore affinche’ sia rispettata la legge. Chiediamo al punto vendita di Cavallino di cambiare atteggiamento sulle norme che regolano la garanzia sui beni di consumo e rivolgiamo ai consumatori salentini l’invito a segnalare a noi ed all’antitrust tutte le irregolarita’ in materia di garanzia di cui dovessero essere vittime.”