”L’agricoltura deve convivere con i problemi e le nuove sfide che abbiamo di fronte: dal dimensionamento delle nostre aziende, alla trattativa in atto a livello comunitario sulla nuova politica agricola comunitaria”.

Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali, Raffaele Fitto, chiudendo a Lecce la quinta conferenza economica della Cia. Secondo Fitto, proprio sulle nuove sfide e’ ”importante porsi due questioni: non solo quella della quantita’ delle risorse, che pure e’ importante ma che non potra’ che scontare la difficolta’ che oggi complessivamente hanno i bilanci nazionali e quindi quello europeo, ma anche e soprattutto cercare di individuare delle risposte adeguate nella qualita’ dell’uso di queste risorse”. ”E’ un tema questo – ha sottolineato – che stiamo seguendo anche con le Regioni nel Piano per il Sud. Penso che, data anche la rilevanza delle risorse del piano di sviluppo rurale che a livello europeo vengono assegnate alle Regioni, lo stesso meccanismo sarebbe auspicabile possa essere recepito anche in un rapporto Governo-Regioni rispetto al tema dell’agricoltura”. ”La Cia – ha concluso – ci sta dando un segnale per incentivare questo dialogo istituzionale che mi auguro possa consolidarsi come obiettivo comune, soprattutto alla vigilia di una programmazione importante come quella futura”.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.