Referendum di giugno: “da rappresentante delle Istituzioni il mio appello è a recarsi alle urne domenica 12 e lunedì 13 giugno, ad esprimere il proprio SI’ o NO ai quattro quesiti referendari. Da esponente politico – quale non dimentico di essere – l’invito è a dire Sì alle energie pulite, all’acqua pubblica ed alla parità di tutti davanti alla legge penale”.

Lo afferma il presidente del Consiglio regionale della Puglia, Onofrio Introna, alla vigilia della consultazione.
“Nelle ultime ore, su uno degli argomenti oggetto dell’appuntamento fissato per gli elettori e confermato dalle Supreme Corti nazionali, si è espresso Papa Benedetto XVI, col suo magistrale appello a salvaguardare il patrimonio della creazione, adottando uno stile di vita rispettoso dell’ambiente e sostenendo la ricerca e lo sfruttamento di energie appropriate, senza pericoli per l’uomo”.
“Questa la priorità politica ed economica che deve guidare le scelte ed alla quale si ispira – lo possiamo ribadire con orgoglio, rileva il presidente Introna – l’azione di governo della Puglia in campo energetico: ecosostenibilità e rischio zero per il territorio, le donne e gli uomini”.
“Chi è seriamente impegnato a conservare e migliorare l’ambiente per godere dei suoi benefici può difenderlo meglio passando dalle urne domenica 12 e lunedì 13 giugno, prima di andare al mare o in gita fuori porta, ad esprimere con quattro SI’ il proprio impegno a tutelare la nostra salute e quella dei nostri figli e nipoti. Non è questione politica, ma di coerenza e rispetto delle battaglie per la nostra Terra e il futuro”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro × due =