“Ho condiviso immediatamente l’iniziativa promossa dal consigliere di Fli, Giammarco Surico, volta a promuovere una proposta di legge di iniziativa popolare per ridurre dell’1% la spesa sanitaria sui beni e servizi, che consentirebbe di abolire l’addizionale IRPEF decretata dal governatore Vendola pochi giorni orsono”. È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di Moderati e Popolari, Antonio Buccoliero.

“Quando la politica e l’iniziativa legislativa – prosegue Buccoliero – si muovono per il raggiungimento di fini sociali non possono esistere steccati. Quello del contenimento della spesa in sanità, specie sui beni e sui servizi, è un punto focale e un dovere imprescindibile della classe politica regionale. Poco ha fatto il Governatore in questo campo, dove ancora si annidano sacche di spreco o, in alternativa, situazioni di comparaggio, che costituiscono nel loro insieme un freno al miglioramento complessivo della risposta alla domanda di salute dei cittadini pugliesi”.
“Analoga condivisione di pensiero – aggiunge l’esponente Mep – si rileva a proposito della battaglia contro l’esazione virulenta di Equitalia, vero fardello per la ripresa dell’economia del Paese.
Lo scorso 23 maggio, infatti, ho interrogato il presidente della Giunta regionale e gli assessori al Bilancio e alle Risorse Agricole sul tema”.
“Occorre una mobilitazione generale dell’intero Consiglio – conclude Buccoliero – perché si possa condizionare il governo regionale ad assumere decisioni conseguenti prima che le nostre piccole e medie imprese esalino l’ultimo respiro”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × tre =