“Lo straordinario successo del referendum popolare, che con il 95% dei consensi ha attuato, almeno formalmente, il passaggio della marina di Casalabate da Lecce a Squinzano e a Trepuzzi, ha dato il via ad un nuovo corso politico – sociale, per una marina che ha patito, per lungo tempo, l’emarginazione e l’arretratezza”.

È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero, che ha da sempre sostenuto il passaggio della marina di Casalabate dalla giurisdizione di Lecce a quella di Squinzano e Trepuzzi , prossimamente, di Campi Salentina.
“È giusto che gli abitanti dei tre comuni di Squinzano, Trepuzzi e Campi Salentina – ha dichiarato ancora Buccoliero – che hanno sempre considerato Casalabate la ‘loro’ marina, possano gestire in pieno lo sviluppo di una località che, dopo un lungo periodo di gloria, soprattutto durante gli anni ’60 e ’70, ha patito per anni la dimenticanza di amministratori distratti e lontani”.
“Con il positivo risultato del referendum – conclude Buccoliero – si apre, finalmente, un nuovo corso storico per Casalabate e per i comuni di Squinzano, di Trepuzzi e di Campi Salentina, che da oggi potranno essere parte attiva e propositiva nel rilancio della ‘loro’ amata marina”

CONDIVIDI