“Non si può non condividere la ferma richiesta della Federazione Medici di Famiglia di un immediato superamento del sempre più intollerabile e rovinoso stato di stallo che regna sulla già disastrata Sanità pugliese per effetto del braccio di ferro in atto nella maggioranza sulla nomina dei nuovi Direttori

Generali della ASL. Dal quale per di più starebbe emergendo la soluzione peggiore, e cioè una ennesima lottizzazione di tutti gli incarichi disponibili, dai Direttori Amministrativi a quelli Sanitari fino ai Revisori dei Conti, con buona pace della legge che attribuisce ai Direttori generali soltanto la scelta dei loro collaboratori più importanti, della qualità di tali scelte, delle stesse inchieste giudiziarie in corso e non senza riciclaggi in altri incarichi di soggetti particolarmente protetti, ma non meno fallimentari di chi invece pare definitivamente caduto in disgrazia.
L’elenco vasto e desolante dei problemi che stanno marcendo che il Segretario regionale della FIMMG dr. Anelli ha formulato va integrato con i disagi sempre più insopportabili al quale il malgoverno della Sanità pugliese costringe sempre di più le nostre comunità, a cominciare dalle loro componenti più bisognose.
Ma ‘il diritto alla Salute’ garantito dalla nostra Costituzione non è certamente in cima ai pensieri dei nostri governanti regionali”.

CONDIVIDI