Intervenendo alla conferenza stampa organizzata da  ‘La Città’ e dai ‘Circoli di Nuova Italia’ il Consigliere regionale e Vice Coordinatore Provinciale e del PdL di Lecce, Saverio Congedo ha sostenuto che “Fin dalla fondazione del PdL, ‘La Città’ ed i ‘Circoli Nuova Italia’ hanno sperimentato sul campo una totale condivisione di visioni e di programmi nel segno di una cultura politica assolutamente comune.

Con la confluenza odierna ‘La Città’ non perde ma rafforza il suo legame con il Salento e lo inserisce in un movimento nazionale che ne interpreta perfettamente valori ed obiettivi.
I ‘Circoli Nuova Italia’, a loro volta, consolidano il loro radicamento territoriale e rafforzano l’evidenza della loro forza nel dibattito nazionale in un passaggio delicato per il PdL. Le recenti elezioni amministrative e gli esiti dei referendum dimostrano la necessità di un cambio di passo del Centrodestra e di una sua maggiore attenzione a tematiche che gli sono proprie e che talora è sembrato aver trascurato. Su queste non mancheremo di misurarci per dare il miglior contributo alla nuova stagione politica che auspichiamo si aprirà con la nomina del un Segretario politico nazionale”.
Oltre al Consigliere regionale, Saverio Congedo, sono intervenuti al convegno celebratosi stamani a Lecce anche: la Vicepresidente della Provincia, Simona Manca, il Coordinatore regionale dei Circoli di “Nuova Italia” Roberto Tundo e il Sottosegretario On. Alfredo Mantovano.
Per  Simona Manca “Il consuntivo del movimento ‘La Città – Progetto per il Salento’ è tutto in attivo sia per il Salento al cui servizio abbiamo messo idee e competenze, sia per il Centrodestra che ne ha ricevuto un sostegno determinante per l’affermazione alle amministrative di Lecce del 2007 e nelle successive competizioni elettorali. Ha contribuito con convinzione e determinazione alla nascita e alla crescita del PdL salentino, prendendo parte al confronto interno con un deciso spirito di appartenenza. In un momento storico in cui il dibattito interno nazionale merita particolare attenzione, ‘La Città – Progetto per il Salento’ vi partecipa con la confluenza nei circoli di “Nuova Italia” a cui si sente legata da vicinanza umana e politica”.
Roberto Tundo ha evidenziato che “I circoli della Nuova Italia nascono dall’impegno politico, sociale e culturale di persone che hanno come principio del loro agire la volontà di tradurre la cultura popolare, comunitaria, tradizionale e nazionale in studi, elaborazioni, progetti, iniziative e manifestazioni politiche. Con la Fondazione Nuova Italia dell’on. Gianni Alemanno, i circoli sono fra i grandi sostenitori del Popolo della Libertà. In Puglia sono diffusi in tutte le sei le province della regione. Con la recente elezione dell’on. Alfredo Mantovano a Coordinatore politico nazionale, si è avuto un incremento di adesioni con la conseguente apertura di nuovi circoli. Il motivo del successo dei circoli della Nuova Italia è determinato dalla volontà di trovare radicamento sul territorio, stimolando la partecipazione dei militanti, dei quadri dirigenti e delle persone di valore. Purtroppo il PdL, anche in Puglia, non riesce ancora a strutturarsi sul territorio, lasciando in gran parte inevasa la richiesta di ‘partecipazione’ di tanti attivisti e di tanti iscritti”.
L’on. Alfredo Mantovano ha sottolineato che “Il senso di quanto avviene oggi non è quello di un mero cambio di denominazione, né una semplice confluenza di una realtà politica territoriale in un’altra diffusa in tutta Italia. Il senso è anzitutto, dopo gli insuccessi del Centrodestra alle amministrative e ai referendum, di provare a serrare i ranghi e a suonare la sveglia. ‘La Città’ è stata a suo tempo una scelta di necessità: una scialuppa di salvataggio costruita per non far rischiare a chi l’ha realizzata l’estromissione dalle scena politica di questo territorio; ma ha assunto quasi subito i connotati di un centro di aggregazione messo a disposizione dell’intero centrodestra: tanto da aver fornito un contributo decisivo, col suo 8% alle comunali di Lecce, alla elezione al primo turno del sindaco Paolo Perrone, e da aver espresso amministratori comunali e provinciali in tutto il Leccese. A distanza di quattro anni dall’avvio di quella esperienza, con tanti mutamenti intervenuti e con spinte centrifughe che interessano l’area moderata, diventa indispensabile ricondurre a unità tutti coloro che si riconoscono nell’originaria ispirazione del Pdl. I ‘circoli della Nuova Italia’ costituiscono un’articolazione aperta del Pdl: impegnata sui grandi temi della politica nazionale, ma prima ancora nell’ancoraggio delle scelte della medesima politica a un saldo retroterra culturale. I ‘circoli’ seguono con attenzione – e intendono portare il proprio contributo – al lavoro riorganizzativo del Pdl: il rinnovamento iniziato con la nomina del ministro Alfano a segretario politico unico deve proseguire riconoscendo al nuovo segretario poteri di guida effettiva, superando lo schema dei coordinatori nazionali e, sul piano regionale, lo schema dei due coordinatori (per giungere all’unico coordinatore in ogni regione, provincia e comune). L’apertura interna ed esterna a contributi vivi di simpatizzanti deve conoscere nelle primarie lo strumento di effettiva partecipazione a tutti i livelli: dalle cariche di conduzione del partito sul territorio alla formazione delle liste e alla individuazione delle candidature. Parallelamente alla confluenza de ‘La Città’ in ‘Nuova Italia’, nell’intero territorio nazionale, ma in particolare in Puglia, si moltiplica l’apertura e la costituzione di nuovi circoli, a conferma di una forza propulsiva effettiva e reale”