“La riforma dei Consorzi di bonifica non può avvenire a danno degli agricoltori né gli attuali commissari possono essere il capro espiatorio di ataviche colpe di tutta la classe politica pugliese. Il Governo regionale dovrebbe tenere conto dei correttivi proposti dalle opposizioni al disegno di legge di modifica

dei consorzi, considerato il ruolo rilevante di tali enti sia per la salvaguardia del territorio pugliese sia per la difesa degli interessi di una categoria e i benefici economici che essi apportano all’intera regione”.
Lo ha detto il Presidente del Gruppo Udc alla Regione Puglia, Salvatore Negro, durante i lavori della IV Commissione che ha esaminato il ddl su le “Norme straordinarie per i Consorzi di bonifica”, approvato a maggioranza con l’astensione del Gruppo Udc il quale ha espresso voto contrario sul Commissario unico che dovrà sostituire gli attuali commissari dei quattro consorzi pugliesi.
“Siamo consapevoli e convinti della necessità di approvare in tempi brevi la legge di modifica dei Consorzi – ha sottolineato il capogruppo Udc – ma questo deve tenere conto degli interessi della categoria degli agricoltori, evitando anche di addebitare agli attuali commissari le decennali responsabilità della classe politica regionale”.
“L’auspicio – ha concluso – è che la legge venga approvata nei termini prefissati, cioè entro il 13 e 14 giugno, magari tenendo conto dei correttivi proposti in modo che ci sia massima condivisione sul provvedimento e sempre che la maggioranza ritrovi compattezza e condivisione sui metodo di governo da praticare nella nostra regione”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

19 − 12 =