“Esprimo soddisfazione per il lavoro realizzato oggi in Commissione, che si è dimostrato coerente con l’importanza del tema che abbiamo di fronte e che abbraccia la necessità di creare le migliori condizioni per la interpretazione di una riforma organica che restituisca ai Consorzi di Bonifica

il ruolo e l’autorevolezza necessari a poter  accompagnare le ambizioni del sistema agricolo pugliese”.  Così l’Assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia Dario Stefàno sul Ddl stralcio su Consorzi di Bonifica licenziato oggi dalla IV Commissione consiliare.

“Il mio invito al dialogo – aggiunge Stefàno – accolto da una larga fetta della opposizione, ci ha consentito di arricchire il testo di contributi importanti per la causa, che intendiamo tutti perseguire. In tal senso, un ringraziamento per il dibattito, avviato anche nei giorni precedenti, va al presidente Palese”.

“A quell’invito – prosegue l’assessore Stefàno –  non poteva che seguire oggi una mia disponibilità ad ulteriori approfondimenti che da qui alla discussione ultima in Consiglio regionale ci consentano di registrare la condivisione più larga possibile, sapendo che le mutate condizioni economico-finanziarie del bilancio regionale, oltre che le aspettative del mondo agricolo, non ci concedono tentennamenti, ma chiedono di voltare pagina con proposte e decisioni autorevoli”.

“La disponibilità a proseguire il confronto sugli ulteriori approfondimenti dichiarata oggi dall’opposizione – conclude l’assessore Stefàno – mi incoraggia, nella consapevolezza che la volontà del governo regionale, nel perimetro delle funzioni di controllo che la norma ci riconosce, è quella di individuare la soluzione migliore per l’agricoltura pugliese che, in coerenza con le precedenti volontà del Legislatore regionale, consenta di restituire autonomia finanziaria ai Consorzi di Bonifica e di affermare definitivamente il principio del costo-beneficio diretto per l’agricoltore”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 − 6 =