Una ditta individuale dell’hinterland leccese, operante nel settore  degli “impianti elettrici e tecnici”, pur svolgendo regolarmente l’attività imprenditoriale , ha omesso, negli anni 2005 e 2006  di indicare nella  dichiarazione annuale ai fini delle imposte sui redditi e dell’irap 

ricavi per complessivi € 325.918,00 ed evaso  iva per  € 40.208,00.

L’evasione e’ stata accertata  al termine di una  attività di verifica fiscale svolta nei confronti della predetta impresa ai fini dell’ Iva, delle imposte sui redditi e degli altri tributi e scaturita dalla segnalazione di altro reparto, il quale  controllando la contabilita’ di un ente pubblico territoriale aveva rilevato incongruenze tra i mandati di pagamento liquidati nei confronti della ditta e le fatture emesse da quest’ultima.

In sostanza il titolare della ditta appaltatrice non emetteva le fatture a fronte delle spettanze liquidategli dai responsabili amministrativi dell’ente pubblico .

Il soggetto e’  stato segnalato all’agenzia delle entrate per il recupero delle imposte evase .

L’attività ispettiva è stata svolta dai finanzieri della compagnia di Lecce.