Continuano i controlli della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Gallipoli, che in questi giorni hanno scoperto numerose irregolarità nel porto gallipolino nei confronti di diciassette persone e con un ammontare delle sanzioni di circa 20.000 euro.

In particolare, i Finanzieri del Reparto navale hanno segnalato ai fini amministrativi: quattro persone per immissione in commercio, senza licenza, di prodotto ittico proveniente dalla pesca sportiva; quattro comandanti di peschereccio per inosservanza al codice della navigazione, sorpresi senza i previsti aggiornamenti dei libretti carburanti e del ruolo d’equipaggio; per due di loro è scattata anche la segnalazione alle autorità competenti per assunzione di personale irregolare; quattro diportisti per mancanza della prescritta documentazione di bordo; tre sub sorpresi in immersione durante le ore notturne, sequestrato il pescato e l’attrezzatura da pesca; il titolare di un esercizio commerciale posto nell’area demaniale marittima, al momento del controllo dei finanzieri non aveva esposto al pubblico la concessione demaniale con relativa planimetria; il titolare di uno stabilimento balneare poiché faceva effettuare, con una pala meccanica di un ditta locale, dei lavori di movimentazione e sistemazione di uno strato superficiale di terra e sabbia all’interno del proprio stabilimento senza le necessarie autorizzazioni.
Inoltre, quattro improvvisati venditori ambulanti sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria per inosservanza delle leggi sanitarie, in quanto al momento del controllo i prodotti sono stati rinvenuti in cattivo stato di conservazione.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro × 2 =