La notizia del possibile spostamento da Lecce dell’attuale sede Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici è l’ennesima conferma di una chiara volontà politica da parte del governo nazionale di non curare gli interessi del mezzogiorno, depauperando, in questa fattispecie, un territorio così ricco di arte e di cultura

 E’ quanto afferma il consigliere provinciale Pd Alfonso Rampino. Per la stessa ragione, l’onorevole Teresa Bellanova presenta un’interrogazione parlamentare per chiedere direttamente al Presidente del Consiglio ed al Ministro per i Beni e le Attività Culturali Galan di fare chiarezza su quali siano le loro reali intenzioni.
“Il Salento” spiega la Bellanova “è conosciuto nel panorama italiano, europeo ed internazionale per essere un territorio ricchissimo di fonti archeologiche, costellato di monumenti architettonici in stile barocco che ne fanno una delle maggiori attrazioni turistiche del Mezzogiorno d’Italia. L’eventuale spostamento delle competenze dell’istituzione in oggetto dalla sede leccese a quella barese, oltre a provocare un enorme disagio in termini di efficienza del servizio, andrebbe a determinare una grave penalizzazione del territorio salentino”.

Per Rampino è mortificante constatare lo strabismo del governo Berlusconi, sempre più succube delle bizzarre posizioni leghiste, che spingono per un decentramento dei ministeri al Nord. Ancor più mortificante – spiega –  l’atteggiamento del presidente Gabellone e dei maggiorenti provinciali del centrodestra che non riescono a far sentire la propria autorevole presenza presso il governo centrale, che, tra l’altro, ha la loro stessa matrice politica. Così, anziché constatare direttamente tempi e procedure di un probabile trasferimento, chiedono appoggio e solidarietà per avere ciò che un territorio come il nostro, con un patrimonio artistico tanto rilevante merita. Il Gruppo PD, dinnanzi ad un tale scippo, è pronto a profondere il massimo impegno.