Appuntamento domani, sabato 11 giugno, alle ore 10, presso la Lega Navale a San Cataldo, con la tavola rotonda “Il Mare e la Vela per l’Inclusione Sociale”. Interverranno Filomena D’Antini Solero, assessore alle Pari Opportunità della Provincia di Lecce, Paolo Perrone, sindaco di Lecce, Edoardo Rossi, presidente Sezione Lega Navale Italiana San Cataldo

Saranno presenti, inoltre, Antonio Dell’Anna, vice-presidente di Alba Mediterranea, Beatrice Agata Mariano, vice prefetto di Lecce, Antonella Giurgola, dirigente ufficio di servizio sociale per i minorenni di Lecce, Andrea Retucci, delegato regionale Lega Navale Italiana Sud Puglia-Basilicata Jonica, Carlo Taurino, presidente Assonautica Provinciale Lecce, PierLuigi Palma, presidente Ordine degli Psicologi Puglia, Luigi Spedicato, presidente del Consiglio Didattico del Corso di Studio in Servizio Sociale – Università del Salento, Bruno Dollorenzo, direttore della Casa Famiglia l’Aquilone di Galatina, Antonio Quarta, Direttore CSV Salento, Sergio Salvatore, presidente Consiglio Didattico in Area Psicologia, Facoltà di Scienze della Formazione – Università del Salento, Daniele Ferrocino, presidente Consorzio Emmanuel Lecce. Modera Cosimo Prisciano, presidente Alba Mediterranea.

L’esistenza nel Salento di un ambiente marino e costiero unico, creano l’occasione per promuovere l’attività velica allo scopo di prevenire ed affrontare il disagio psico-fisico e sociale da un’ottica nuova, quella della solidarietà. La pratica del mare e della vela è diventata uno strumento di intervento socio-educativo per contrastare il disagio giovanile, prevenire la dispersione scolastica, riabilitare persone seguite dai servizi sociali, promuovere benessere e socialità di persone con handicap motori, mentali e sensoriali. In particolare, i temi del mare e della vela rappresentano occasioni di pratica di solidarietà oltre che di avventura, socializzazione, scoperta di luoghi e persone.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.