“L’on. Antonio Rotundo dimostra, ancora una volta, di non aver letto il Piano generale degli impianti pubblicitari, distorcendo la realtà e offrendo all’opinione pubblica un’informazione fuorviante.

Non è affatto vero, infatti, che nel Piano non è prevista l’evidenza pubblica. Al contrario, è stato approvato un  bando nel quale vengono indicati espressamente i criteri che sono alla base della gara da effettuare con il sistema dell’offerta economicamente più vantaggiosa
E’ la prima volta, peraltro, che l’Amministrazione Comunale predispone un bando per la concessione degli spazi pubblici per l’installazione diretta degli impianti pubblicitari.
La verità è che ci siamo ritrovati in una giungla di autorizzazioni per gli impianti che nessuno ha mai voluto affrontare
Il Piano è stato approvato dal Consiglio comunale e prevede 4500 metri quadrati da destinare all’affissione diretta e da mettere a bando!
Ad ogni buon conto, verranno salvaguardate solo le posizioni dei soggetti in possesso di autorizzazioni valide ed efficaci e in regola con il pagamento dei tributi. Chi non è n possesso di tali requisiti non potrà mai ottenere alcuni tipo di autorizzazione e gli uffici comunali provvederanno alla rimozione immediata degli impianti in loro possesso.
Insomma, nessuna sanatoria: soltanto chi è in regola potrà ottenere l’autorizzazione  per l’installazione diretta degli impianti pubblicitari.
Siamo stanchi di sentir parlare da Rotundo di atti illegittimi. Non spetta a lui decidere questo. Ogni nostro provvedimento è improntato ai criteri della trasparenza e della correttezza amministrativa”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tredici − 4 =