Classe ‘87, nato da una famiglia di artisti, concertista di chitarra classica, insegna chitarra classica ed elettrica privatamente, attivo nel panorama musicale salentino in vari progetti. E’ iscritto al biennio specialistico presso il Conservatorio “T.Schipa “ di Lecce. Presidente e fondatore dell’Associazione Musicale Salentina a Ruffano.

Partiamo dalle tue origini artistiche, quando hai iniziato a interessarti alla musica?

Ho iniziato a interessarmi alla musica all’età di undici anni grazie alla conoscenza di un mio amico che mi ha fatto accostare a questo bellissimo mondo.  E’ iniziato tutto per gioco. Passavamo intere giornate ad ascoltare e riprodurre i pezzi di artisti italiani e stranieri. Era tutto cosi magico, interessante, curioso imitare o cercar almeno di avvicinarsi a copiare i grandi idoli adolescenziali. Questo mi portava novità, mi dava stimolo ad andare avanti.

Raccontaci un po’ del tuo percorso artistico.

Sin da giovanissimo ho dimostrato delle spiccate doti musicali e all’età di dodici anni intraprendo lo studio della chitarra classica affiancando da autodidatta lo studio di quella elettrica. Nel 2009 mi diplomo brillantemente in chitarra presso il Conservatorio di Musica di “E.R.Duni” di Matera sotto la guida del M°Stefano Sergio Schiattone.
Ho partecipato a concorsi di esecuzione strumentale:
X Festival Musicale Nazionale “Città del Barocco” 2002 a Lecce,Terzo premio;
XII Festival Musicale Nazionale “Città del Barocco” a Lecce nel 2004, Terzo premio;
1°concorso nazionale “Giosuè Lillo” 2004 a Ruffano, Secondo premio.
Ho partecipato inoltre a varie masterclass di chitarra classica ed elettrica.
Ha collaborato con varie formazioni musicali salentine e nazionali: IMMORTAL DREAM, SABIR ,WHITE QUEEN, fondatore del gruppo dei VASCOLIVE e nell´anno 2009 sono stato chitarrista nella sessione ritmica insieme ai Camaleonti nella ” Nuova Orchestra Abruzzese” diretta da Sylvia Pagni con la supervisione del noto artista italiano Teddy Reno.Sono stato organizzatore del Xmas Guitar Contest tenutosi a Ruffano nel 2008. Sono presidente e fondatore dell’Associazione Musicale Salentina di Ruffano con la direzione artistica del M°Adalberto Antonio Protopapa e docente di chitarra classica ed elettrica nella stessa associazione.
Da qualche tempo svolgo attività concertistica nel salento.

Cos’è la musica per te? Perché, tra i vari strumenti, hai scelto la chitarra?

La musica è l ‘espressione del mio mondo interiore, della mia anima, della parte di me stesso che non voglio rivelare a tutti e che cerco di tirarla fuori quando interpreto i vari autori che eseguo. Ho scelto la chitarra perché è uno strumento che ti permette di tirare fuori il suono che hai nella mente e nel cuore. Attraverso l’azione delle dita sulle corde creo il mio suono e ciò non è possibile su molti altri strumenti. Questo è il vero motivo per cui ho scelto la chitarra in generale.

Qual è il tuo pregio e il tuo peggior difetto artisticamente?

Il mio pregio dicono che è la comunicazione. Riesco a far emozionare le persone. Questo mi dà grande soddisfazione perché lo scopo principale di ogni arte è comunicare e donare qualcosa di se stessi al pubblico.

Come nasce una tua composizione?

Le mie composizioni nascono quando sono depresso. E’ lì che trovo l’ispirazione per comporre un mio pezzo. Scrivo direttamente sul pentagramma oppure compongo direttamente sullo strumento. La composizione è la massima espressione di un artista.

Tra le tue esperienze e collaborazioni, quali ricordi con soddisfazione?

Ho grande orgoglio di essere stato uno dei fondatori di una cover band molto conosciuta nel Salento ovvero i  Vascolive. Una collaborazione importante è stata nel tour del 2010 della Nuova Orchestra Abruzzese diretta dalla M°Sylvia Pagni e dal celebre artista italiano Teddy Reno con i quali ho suonato come chitarrista nei migliori teatri italiani tra cui il Sistina e il Brancaccio di Roma. Ho l’onore anche di collaborare nei loro progetti con due grandi Maestri del Salento ovvero il M°Stefano Sergio Schiattone e il M° Adalberto Protopapa.

Ci vuoi parlare dei tuoi vari “progetti musicali”?

Ora mi sto dedicando alla didattica anche perché sono presidente e fondatore dell’Associazione Musicale Salentina a Ruffano. Ho all’attivo una band i SUPERSONIC (oasis tribute band) e svolgo attività concertistica come ospite in varie manifestazioni.

Quale il tuo sogno nel cassetto o il massimo ideale artistico da perseguire?

Il mio sogno è di diventare turnista di celebri artisti e collaborare con studi di registrazione. Un altro mio  sogno è di diventar un buon insegnante della chitarra e della musica in generale.

Che cosa dobbiamo aspettarci in futuro?

Vivo il presente. Non so cosa mi riserverà il futuro. Vivo attimo dopo attimo come se fosse l’ultimo giorno.

Siamo alla conclusione, grazie per il tempo dedicatoci. A te l’ultima parola…

Grazie a voi e in particolar modo a te per avermi offerto questo spazio. Auguro a tutti una buona estate e una buona musica.  Che il Signore ci benedica in tutti i passi che facciamo.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.