Si festeggia in concomitanza delle celebrazioni per l’Unità d’Italia, il 150° anniversario della fondazione della Società Operaia di Mutuo Soccorso a Lecce. Un anno importante questo, che vede inserirsi nella lunga serie di eventi dedicati alla storica ricorrenza anche alcuni appuntamenti legati indissolubilmente.

La società operaia di mutuo soccorso infatti, nasce a Lecce il 3 luglio 1861 e alcuni dei suoi fondatori sono personaggi che hanno partecipato alle imprese patriottiche che hanno unito l’Italia e che si svolsero nel Salento. Nacque da 45 artigiani capi-officina altamente qualificati uniti da un profondo spirito di solidarietà che non venne compreso nei primi anni dalla sua fondazione. Molti infatti credevano fosse una società di stampo sovversivo quando invece lo scopo della fondazione era proprio quello di aiutare gli artigiani e gli operai che per malattie o circostanze particolari si ritrovavano ad aver bisogno di aiuto.

 

Successivamente, la società si ampliò e creò istituzioni come il Fondo Inabili al lavoro e la Cassa Operaia e contribuì a formare altre esperienze consociative, esistenti anche ai giorni nostri.

A Lecce la società operaia ha sede presso la scuola “E. Maccagnani” e da anni si occupa anche di promuovere l’arte e la cultura attraverso corsi serali che tuttora sono disponibili presso l’istituto. E teatro delle celebrazioni sarà lo stesso istituto scolastico, che già dallo scorso 5 giugno partecipa alla mostra-concorso dal tema “Riscoperta e valori dei mestieri antichi e tradizionali” con dei lavori realizzati con tecniche di disegno, pittura, scultura e ceramica.
Da ieri invece e fino al 23 giugno, sarà poi possibile visitare la mostra storico-documentaria sul “Percorso storico del tricolore italiano”, dedicando appunto un largo spazio all’Unità d’Italia.

Altri eventi importanti continueranno per tutto il mese, sempre presso la sede della scuola “Maccagnani”. Il 21 giugno verrà scoperta una lastra marmorea dedicata ai Soci Benemeriti degli ultimi 50 anni, mentre il 24 giugno ci sarà un interessante convegno dal titolo “Disoccupazione giovanile: prospettive del Meridione”, in cui interverranno oltre alle autorità anche alcuni docenti dell’Università del Salento.

Il 30 giugno verrà presentata la pubblicazione “Ti racconto come nacque la società operaia di Lecce” e verranno premiati i lavori degli studenti che hanno partecipato al concorso e il 2 luglio il presidente della fondazione Mario Greco presenterà il suo libro, che racconta i la nascita e lo svilupparsi della Società Operaia; il titolo è “La società operaia di Lecce: 150 anni di storia”.

Il giorno conclusivo coinciderà con la data storica del 3 luglio, durante la quale interverranno diverse delegazioni non solo pugliesi ma anche provenienti da tutto il Meridione; durante la giornata ci sarà una Messa per commemorare i soci defunti, con la scopertura della lapide commemorativa e una conversazione sul tema “Influenza delle Società Operaie sul processo unitario italiano”.

“La commemorazione della Società Operaia coincide con il 150° anno dall’Unità d’Italia e a lei è legata” spiega il presidente Mario Greco nella conferenza di questa mattina a Palazzo Carafa. “E non a caso molti fondatori hanno svolto attività patriottiche e hanno lottato poi successivamente per ottenere molti dei diritti che conosciamo. Uno fra questi è proprio colui che ha dato vita alla società a Lecce, Donato Brunetti. E’ a lui che dobbiamo molto.”

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.