Due lavoratori in nero sono stati individuati presso un’impresa salentina operante nel settore della ristorazione.

A seguito del controllo documentale e della ricostruzione operata, anche grazie alle dichiarazioni fornite dal personale presente nel locale, è stato accertato che l’imprenditore ha utilizzato alle proprie dipendenze due lavoratori subordinati, di cui una minorenne,  senza aver ottemperato alle preventive comunicazioni alle Autorità competente.

Il datore di lavoro è stato denunciato alla locale Autorità Giudiziaria, nonché all’Agenzia delle Entrate per i profili di interesse fiscale.

L’individuazione dei lavoratori non in regola con le norme in materia di lavoro sono  emerse nell’ambito degli accertamenti in materia di sommerso da lavoro effettuati costantemente dai reparti del Corpo della Guardia di Finanza.

L’operazione di servizio è stata svolta dai Finanzieri della Compagnia di Lecce.