Niente “strisce blu”, segnaletica verticale cancellata dal tempo, eppur si paga e scattano le sanzioni. Ancora segnalazioni degli automobilisti leccesi giungono a Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, per mezzo delle foto scattate dagli obiettivi degli smartphone e inviate all’indirizzo email info@sportellodeidiritti.org.

Questa volta a non passare inosservata è un’anomalia dell’area di sosta a pagamento di viale De Pietro accanto alla vecchia stazione della Polizia Municipale nei pressi dei “Bastioni”, a Lecce. I solerti cittadini hanno scattato alcune fotografie della zona dove non è difficile scoprire che non vi sono le famigerate “strisce blu”, la segnaletica verticale è cancellata dal tempo e dagli agenti atmosferici eppure è presente una colonnina “parcometro” quasi a dire che nonostante tutto, comunque si deve pagare e se non si paga scatta la multa. Non ci resta che girare questa nuova protesta all’Amministrazione comunale leccese, sempre pronta a “far cassa” ma altrettanto disattenta a regolamentare in modo corretto le aree di sosta a pagamento e a chiedere l’annullamento di tutte quelle sanzioni amministrative elevate in quel tratto di spazio pubblico per carenza di trasparenza e per assenza della segnaletica prestabilita.

loading...
CONDIVIDI
Articolo precedentePuntini…di vista
Articolo successivoMi prude

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quindici + 4 =