Foto Andrea StellaPrima erano entrati e si sono fatti consegnare il denaro, e poi hanno dato fuoco alla sala scommesse “Scommettendo” , che si trova a Lecce, in via Oberdan al civico 108. Era accaduto alle 20 del 28 aprile.

Oggi al termine di un’articolata indagine della Squadra Mobile di Lecce, sono scattate le manette per uno dei presunti autori. Si tratta di Vito Vitale, di 25 anni, arrestato dalla polizia ad Arnesano, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Lecce, Brancato, con le accuse di estorsione, rapina, incendio, detenzione e porto in luogo pubblico di una pistola.

Secondo le indagini della Squadra Mobile di Lecce, l’uomo sarebbe uno dei responsabili della rapina, il 28 aprile scorso, in un agenzia di scommesse di via Oberdan, dove prima di allontanarsi, a bordo di uno scooter i due malviventi cosparsero la sala con del liquido infiammabile, dando fuoco al locale. Gli investigatori, nel corso del sopralluogo, trovarono un telefono cellulare. Una delle due sim era intestata a Vito Vitale; l’altra sim a una persona risultato estraneo alla rapina perche’ aveva un alibi. Grazie a una serie di indagini, perquisizioni ed esami sui tabulati e delle celle telefoniche, e’ stato indagato Vitale

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciannove − diciotto =