La memoria della pietra risuona al ritmo della musica. Sabato 4 Giugno, durante la Notte Bianca delle Pietre di Puglia che conclude ‘Segni e Risegni – Simposio Internazionale di Scultura in Pietra Leccese, riecheggeranno nella Piazza di Cursi le note dei Benèrika, giovane band salentina fra le più interessanti del panorama musicale italiano. Il live anticipa di pochi giorni l’uscita de ‘Lunartemide’, album d’esordio del gruppo, un lavoro maturo e articolato, che proietta i quattro ragazzi di Copertino a candidarsi quale ‘gruppo per eccellenza dell’estate 2011 nel Salento.

Mitologìa e modernità sonora alla base di ‘Lunartemide’, progetto di prossima presentazione musicale dei Benèrika, giovane band salentina, nata a Copertino nel 2007.  Sin dal titolo, vengono disvelate le intenzioni dei quattro musicisti, ossia quelle di portare il nuovo suono del Salento a rapportarsi a un universo fatto di intima introspezione sonora, esistenzialità e freschezza nel messaggio, il tutto amalgamato dalla versatilità linguistica dei testi. Non è cosa comune trovare nel panorama della giovane canzone, né in repertori di artisti affermati, gruppi che sappiano declamare i propri messaggi in ben cinque lingue, un vero effluvio di poliedricità espressiva.  Questa ricchezza lessicale, offre spazio alla narrazione dei tre personaggi che ‘abitano’ le storie di Lunartemide, divenendo lo strumento con cui dipanare sofferenze, inquietudini quotidiane,  lontano dalla banalità di consueti stereotipi. Nelle canzoni dei Benèrika è profonda la capacità di conoscere e compenetrarsi nei problemi adolescenziali, raccontando la solitudine, l’iperattività e la voglia di andar via tipica dei ragazzi. Canzoni in cui identificarsi  nel silenzio  di una stanza  (come in The Best Part of me).  Come la figura mitologica alla quale si ispirano, i Benèrika vanno ‘a caccia di emozioni’ per poi codificarle in un suono particolareggiato e intrigante, molto maturo e ben radicato, per struttura e arrangiamento, incline agli stilemi del pop più innovativo e fresco. La duttilità della band si evince dalla facilità con cui hanno saputo reinterpretare un grande classico della musica italiana : La Notte, portata al successo da Salvatore Adamo nel 1965.  Una scelta non casuale quella di rendere omaggio al cantautore italo-belga, in quanto La Notte, con le sue declinazioni,  è il tema  portante di ‘Lunartemide’, dal quale far emergere le storie, pensieri, stupendo l’ascoltatore a lasciarsi sorprendere dal suono, alla luce buona e rassicurante della Luna.

Mad Management è nata con l’intento di promuovere e sviluppare in Italia e all’estero la diffusione di tutti i settori della musica contemporanea, che hanno caratteristiche di ricerca, qualità e innovazione. In vent’anni di attività, la Mad Management ha proposto artisti provenienti da ogni parte del mondo, cogliendo l’onda delle avanguardie e precorrendo in alcuni casi l’esplosione di fenomeni musicali che si sono poi affermati gradualmente anche in Italia. Motore di ogni iniziativa è la ricerca culturale, obiettivo che ha portato il gruppo Mad Management ad ideare e realizzare eventi multiespressivi, attraverso l’organizzazione di rassegne e festival legati alla musica, al cinema o al cabaret. Mad si occupa inoltre, di produzioni discografiche e televisive. I Rapporti di collaborazione con le maggiori agenzie e l’affidabilità riconosciutale in tutto il mondo, ne fanno una delle più autorevoli realtà italiane. Numerose associazioni, aziende, ed enti pubblici si rivolgono infatti a Mad Management per la consulenza e la fornitura di un cast artistico di alto livello.